Booking.com
La Basilicata in ogni dove con le iniziative di Lucanum

La Basilicata in ogni dove con le iniziative di Lucanum

Con Lucanum la Basilicata è raccontata attraverso un gioco, in un'app, nelle carte stile francesi, nei cartoni animati ed ora nelle chat di tutti i giorni grazie ad un set di 30 stickers che raccontano alcuni elementi della nostra amata terra. La Lucania ricca di enogastronomia, storia e tradizioni entra quindi in tutti i device grazie alla nuova iniziativa della PMI innovativa iInformatica Srl in sinergia con il comitato regionale Pro Loco Unpli Basilicata.
I 30 "elements" rappresentano: le Dolomiti Lucane, il fagiolo di Sarconi, il pane di Matera, il Cristo Redentore di Maratea, i castelli di Lagopesole e di Melfi, il Cucibocca di Monetscaglioso, San Gerardo Maiella, la Madonna di Viggiano, il Tempio di Hera di Metaponto, il fico secco di Miglionico, la fragola del Metapontino, il pino Loricato del Pollino, l'oliva di Ferrandina, la Cattedrale di Acerenza, i Laghi di Monticchio, il poeta Orazio, la pacchiana di Pisticci, i formaggi lucani, il ponte Musmeci, la chiesa Diruta di Grottole, il caciocavallo podolico impiccato, i palmenti e le cantine, il peperone crusco, il Maggio di Accettura, l'Aglianico del Vulture, il Brigante Carmine Crocco, i Sassi di Matera, i Calanchi ed il cece nero di Tolve.
Un nuovo modo di raccontare il territorio, che consentirà a tutti di conversare digitalmente in modo simpatico e originale, scambiandosi elementi lucani nelle chat di ogni giorno. Le chat così saranno caratterizzate da una fortissima identità territoriale che sarà da ulteriore veicolo di promozione per la regione. Il pacchetto di stickers è disponibile gratuitamente nell'app Lucanum ( link http://bit.ly/lucanum_stickers ) ed è stato lanciato sulle pagine facebook Lucanum e Pro Loco Unpli Basilicata suscitando grande interesse e ammirazione.
Con le nuove carte Lucanum viene proposta una rivisitazione territoriale lucana delle carte francesi a partire dai semi. I fiori sono rappresentati da un ramoscello di ulivo con le olive majatiche di Ferrandina, simbolo di pace e di eccellenza enogastronomica-nutraceutica. I quadri sono rappresentati dai quadri plastici di Avigliano, simbolo di arte, cultura e tradizione. I cuori diventano le fragole del metapontino, simbolo di freschezza e bontà lucana. Le picche sono sostituite dai funghi, simili nella forma, che rallegrano le passeggiate nei boschi di cui la terra lucana è ricca e che accompagnano molteplici bontà culinarie del territorio. I protettori presenti nei due capoluoghi di provincia diventano quindi il re "K" San Gerardo, protettore di Potenza e la regina "Q" Madonna della Cripta del Peccato Originale di Matera delle carte territoriali. Il Jolly viene associato alla caratteristica maschera dei Cucibocca della incantevole Montescaglioso che ogni anno apre i riti carnascialeschi lucani. L'ulteriore tocco di storia e tradizione è dato dalla trama delle carte che richiamano la pavimentazione romana dell'antica Grumento Nova ricordandone anche i colori della natura che caratterizza la Basilicata.
Un racconto fatto di storia, tradizioni ed emozioni che la PMI iInformatica insieme alle Pro Loco Unpli Basilicata ha voluto regalare al territorio per essere sempre unici e orgogliosi delle proprie radici.

Consigliate
Hotel, B&B, Appartamenti
Booking.com
Prenota la tua Auto